Test

Calibrazione o profilazione? Questo è il dilemma

ODLab

È noto che un monitor ben calibrato e profilato rende il lavoro di editing, di fotoritocco, più semplice e migliore, soprattutto se si finisce con la fase di stampa delle fotografie attraverso l'utilizzo di una buona stampante a getto d'inchiostro. Per fare ciò sono spesso necessarie attrezzature che vanno oltre le possibilità di spesa dei fotografi non professionisti. Eppure ci sono delle soluzioni per ovviare a questo inconveniente: vediamo quali.

Test

E se avessimo bisogno di uno spazio ancora più ampio?

ODLab

Questo mese andiamo a toccare un argomento che può sembrare futile ma che, al giorno d'oggi, interessa sempre più aziende e professionisti: l'utilizzo di superfici visive sempre più ampie, che permettano di avere sotto controllo molte più informazioni rispetto all'uso di monitor multipli come due o tre contemporaneamente.

Test

Che cosa capiamo davvero di questo mondo?

ODLab

Questo mese, anche in vista della pausa festiva ci fermiamo a ragionare un po' sulla comprensione del mondo che gira intorno ai monitor. A volte crediamo di sapere ma è proprio li che rischiamo di inciampare: e allora, insieme al nostro amico Visivig andiamo a scoprire alcuni segreti di questo magnifico mondo.

Test

Come salvarsi la vista davanti al monitor

ODLab

Anche questo mese abbiamo a che fare con qualcosa di tangibile, di reale, qualcosa con cui dobbiamo confrontarci quotidianamente: l'affaticamento degli occhi, con tutto ciò che ne consegue, dovuto alla lunga permanenza davanti a un monitor. Il nostro mago Visivig purtroppo non ha soluzioni ma, ancora una volta, noi abbiamo scoperto che c'è grande differenza tra i monitor e i loro effetti sulla nostra vista.

Test

I monitor (non) sono tutti uguali

ODLab

Abbandoniamo per una volta le vicende del nostro mago Visivig per tornare alla realtà di tutti i giorni. Ma i colori che vediamo, editiamo, condividiamo sono davvero quelli reali che abbiamo catturato con la nostra fotocamera e che, magari, andremo a stampare? Dopo le recenti puntate per capire spazi colore, gamut e altre amenità varie, andiamo a capire che cosa ci dice il nostro monitor.

Test

Hai Davvero Ragione, caro Visivig!

ODLab

Da tempo immemore si cerca di ottenere una prova tangibile di ciò che si è visto, in un viaggio o in un'occasione quasiasi, che sia soprattutto una riproduzione fedele dei colori che la mente e il cuore ricordano. Nonostante molti tentativi i risultati ottenuti nei secoli sono stati poco soddisfacenti: come sempre, il nostro amico mago Visivig, aveva dei suggerimenti a questo proposito ma, per secoli, sono stati disattesi...

Test

Attenzione curve pericolose

ODLab

Spesso, quando ci troviamo a viaggiare in territori sconosciuti, ci vengono in soccorso i segnali stradali come quello, appunto, triangolare bordato di rosso che ci intima di fare attenzione alle curva pericolose. Allo stesso modo ci viene in soccorso il nostro mago Visivig fornendoci delle utili mappe del mondo del colore.

Test

Visivig e il mago del colore

ODLab

C'era una volta un mondo meraviglioso fatto di colori. Migliaia, milioni, addirittura miliardi di colori che si mescolavano tra loro dando vita alla più incredibile delle storie mai raccontate: la realtà.

Test

Come porti i capelli bella bionda?

ODLab

Qualcuno suggerirà che li porta alla bella marinara ma i lettori più giovani dovranno rivolgersi agli amici o ai genitori per sapere il perché. La domanda originale era volta a scoprire la foggia dell'acconciatura mentre noi pensiamo al colore dei capelli che, di sfumature, ne ha davvero tante ma non tutte originali.

Test

Fujifilm GFX 50s

ODLab

Ancora una volta una fotocamera medio formato alla ribalta di osservatoriodigitale che, da sempre, dedica volentieri e con passione grandi spazi a questo mondo che si diceva in estinzione...

Nikon D850 od86

Test

Nikon D850

ODLab

Non è mai facile ottenere in prova in Italia le macchine della Casa dal marchio giallo quindi si deve contare sugli amici che le hanno comprate...

Hasselblad X1D-50c - OD85

Test

Hasselblad X1C-50c

ODLab

C'è chi l'ha definita addirittura "la miglior fotocamera di tutti i tempi": in effetti c'è da dire che l'oggetto porta chi l'utilizza a innamorarsi di lei...

L16 od84

Test

Light 16

ODLab

È talmente grande l'abitudine a fotografare con gli smartphone che qualcuno ha addirittura pensato, progettato e realizzato una fotocamera che "sembra" e si utilizza proprio come un telefono.

Test

Canon EOS R

Ezio Rotamartir

La nuova e rivoluzionaria mirrorless Canon EOS R potrebbe far pensare alla naturale evoluzione della già vasta offerta di fotocamere digitali della casa giapponese. Di mirrorless negli ultimi anni ne aveva già presentate molte ma una versione a pieno formato, in effetti, mancava: niente di più sbagliato poiché la R altro non è che la punta di un iceberg decisamente immerso che rappresenta il futuro prossimo e remoto della fotografia secondo Canon. Vediamo perché.

Test

Canon EOS 6D Mark II

OD Lab

Quando venne presentata la versione originale della Canon EOS 6D molti pensarono a un altro gioco di prestigio della casa giapponese per riempire un "buco" nell'offerta di fotocamere. Era la terza famiglia di macchine con il sensore a pieno formato, "quello che usano i professionisti" direbbe qualcuno, ma dall'aspetto e dalle dimensioni di una fotocamera da amatore evoluto.

Test

Un confronto quasi (im)possibile

Ezio Rotamartir

È da tempo che si parla di fotografia professionale declinata con nuovi paradigmi come la leggerezza e la compattezza, tipici delle mirrorless: ma i professionisti prediligono ancora le reflex. Perché?

È arrivata alla quarta generazione una delle famiglie di reflex full-frame più apprezzate dai fotografi professionisti (e non solo). La Canon EOS 5D Mark IV non ha atteso Photokina per la presentazione - anzi, l'avvio della commercializzazione è avvenuto in anticipo rispetto alla manifestazione di Colonia - confermando le aspettative suscitate dalle molte voci di corridoio circolate nel corso dell'estate. Le caratteristiche base del nuovo modello vedono un corpo del 10% più leggero rispetto alla Mark III, all'interno del quale si trova un sensore da 30,4 megapixel effettivi di nuova progettazione che migliora la resa in condizioni di scarsa illuminazione con il limite ISO nativo che sale a 32000 (fino a 102400 in modalità estesa) e un sensore Digic 6+; migliorato come da previsioni anche il sistema autofocus, evoluzione del precedente che copre ora un campo di inquadratura più ampio a parità di punti AF (fino a 61 a f/8, con 21 a croce).

Lumix DSC-GX8Di nuovo una mirrorless al banco prova dell'ODLab e non una fotocamera qualsiasi ma il frutto di un'attenta progettazione e rivisitazione di un modello precedente già molto riuscito, parliamo della Lumix GX8 di Panasonic, una Micro 4:3 che rispetto all GX7 è cambiata quasi completamente. Prima di tutto le dimensioni sono cambiate, guadagnando qualche millimetro in ogni direzione: adesso il corpo è di due millimetri più largo della concorrente Fujifilm X-T1, giusto per dare l’idea dell’ingombro, ma quello che colpirà maggiormente sarà il sensore che ha una risoluzione di 20,3 megapixel effettivi, un’assoluta prima nel mondo delle mirrorless 4:3 che prima non sono mai andate oltre i 16mp. Ciò significa maggior dinamica e un netto miglioramento nella gestione dei colori.

mini alpha 7R mark IIFinalmente su osservatorio digitale il test delle nuove protagoniste assolute del mercato mondiale: la seconda generazione delle eccellenti e acclamate mirrorless professionali e full frame di Sony, la alpha 7 e 7R, rispettivamente da 24,3 e 42,4 megapixel. Le due macchine a prima vista potrebbero sembrare assolutamente identiche ad eccezione di due particolari, uno esterno, la R rossa a fianco del nome del modello, e uno interno, il sensore di differente capacità risolutiva: non è proprio così e vedremo il perché. Diciamo tuttavia che se non si è alla ricerca di una fotocamera estrema, sulla scorta delle Canon 5DS o 5DSR oppure della Nikon D810, la "normale" alpha 7 potrebbe rivelarsi una fotocamera perfetta o quasi. Parliamo di fotocamere dal sensore full frame, ottimizzate per un impiego professionale, dal corpo più compatto di una reflex tradizionale ma capaci di seguirvi senza fallo in ogni tipo di attività fotografica vogliate portarle.?È noto che da quando sono apparse queste mirrorless nella gamma offerta da Sony abbiano eroso in maniera quasi totale il mercato delle reflex della casa giapponese: d'altra parte l'ottima gamma di ottiche Zeiss messa a disposizione di chi ha deciso di affidarsi a questo tipo di corpo macchina non lascia dubbi sulla potenzialità offerta da questi sistemi; nonostante i corpi possano impiegare tutte le ottiche con l’attacco E solo quelle della serie FE (FullFrame E-mount) coprono senza vignettatura l’intera area del sensore a pieno formato.

Test Profoto OCF Beauty Dish e OCF Color Gel Starter KitCompattezza e portatilità sono due fattori che hanno decretato il successo dei monotorcia a batteria Profoto B1 e B2, prodotti che la Casa svedese fa rientrare sotto la dizione di "off-camera flash", o OCF, per distinguerli dai monotorcia classici da studio. Vinta la sfida tecnica che ha permesso la realizzazione di luci dall'ingombro e dal peso limitati con una buona autonomia operativa, ecco che l'attenzione si sposta verso un altro elemento essenziale come la disponibilità di accessori e modificatori in grado di piegare l'emissione del flash alla più ampia varietà di esigenze.

Cerca su Osservatorio Digitale