analisi bridge superzoomLe fotocamere superzoom, come indica chiaramente il nome, hanno la loro ragion d'essere nell'elevata lunghezza focale dell'ottica integrata. Proprio sull'altare della portata dell'obiettivo e delle sue performance in fatto di luminosità e velocità è indispensabile sacrificare una o più altre caratteristiche della fotocamera. Sulla base di quante e quali caratteristiche risultano penalizzate a favore dell'ottica (o viceversa) è possibile individuare tre tipologie di fotocamera che a buon diritto possono rientrare nella categoria delle superzoom. Vediamo quali.

analisi- travelzoomLa crisi del mercato delle fotocamere digitali in generale e di quelle a ottica fissa in particolare, categoria in cui rientrano le travelzoom, ci presenta anche quest'anno – e in misura maggiore rispetto al 2015 – un panorama del mercato in costante contrazione dal punto di vista commerciale. Nonostante la grande scarsità di novità, il segmento delle travelzoom propone alcuni nuovi prodotti di notevole interesse che meritano un approfondimento.

analisi fotocamere all-weatherLe fotocamere all-weather, come indica chiaramente il nome, sono fotocamere che si prestano all'impiego in situazioni in cui l'utilizzo di qualunque altra tipologia di apparecchio è escluso (in acqua, a meno di non disporre di una costosa custodia subacquea dedicata) o quanto meno richiede una grande cautela (ogni appassionato che si sia trovato a utilizzare una delicata combinazione corpo/ottica non tropicalizzata, magari in spiaggia, con il vento che solleva sabbia ovunque, si sarà trovato sicuramente in angustie). Ecco perché, nonostante la grave crisi che affligge il mercato delle fotocamere a ottica fissa, le fotocamere all-weather continuano ad avere la loro ragion d'essere.

analisi mercati geografici fotografia digitale 2015È questo il segnale più indicativo che emerge dall'analisi dei dati ripartiti geograficamente relativi al 2015 diffusi nel febbraio scorso dalla CIPA, l'associazione che riunisce i produttori fotografici giapponesi. Si tratta di una tendenza che prende vigore da un anno all'altro, seppure con intensità differente nei diversi mercati geografici, ma che suona sempre più come un campanello di allarme per le reflex tradizionali, che al contrario registrano ovunque una sensibile flessione.

analisi mercato mondiale delle fotocamere digitali 2015Purtroppo si tratta oramai quasi di una 'non notizia', considerato il fatto che dopo l'effimero recupero del 2010 susseguente il primo brusco arresto in assoluto dell'anno precedente, il mercato della fotografia digitale è giunto al quinto anno consecutivo di pesante contrazione. Eppure anche in un quadro a tinte fosche come quello attuale, l'analisi dei dati relativi al 2015 diffusi a inizio febbraio dalla CIPA, l'associazione che riunisce i produttori fotografici giapponesi, fornisce spunti interessanti riguardo lo stato di salute del mercato.

analisi csc mirrorless seconda parteChe il mercato delle fotocamere digitali oggi non sia più quello degli anni pre-crisi economica è sotto gli occhi di tutti. Il calo ormai costante delle vendite ha costretto un po' tutti i produttori a rivedere in maniera drastica le proprie strategie commerciali, in alcuni casi lasciando forse presagire addirittura l'uscita tout court dal settore, è ad esempio il recentissimo ed eclatante caso del gigante coreano Samsung; tuttavia dal punto di vista dello sviluppo tecnologico il mondo della fotografia digitale continua a migliorare e a rinnovare sé stesso, come ha confermato il Consumer and Electronic Show di Las Vegas appena concluso.

analisi csc mirrorless prima parteSecondo diversi esperti le mirrorless sono destinate nel corso del tempo a soppiantare completamente le reflex tradizionali. Si tratta di un'opinione certamente non condivisa da molti, che però guardando ai dati di mercato trova sicuramente almeno alcuni elementi a sostegno. Quello delle CSC è infatti l'unico segmento del grande mercato delle fotocamere digitali a non avere conosciuto flessioni o, quanto meno, ad avere limitato largamente i danni. La grande dinamicità di questo settore è confermata dai numerosi nuovi modelli introdotti sul mercato da quando ci siamo occupati dell'argomento, ovvero negli ultimi dodici mesi circa.

analisi mercato reflex DSLRIl secondo capitolo della nostra analisi riguardante le novità più recenti in materia di DSLR vede quali protagoniste Nikon e Sony, ma mentre la prima offre tutt'oggi una gamma completa, articolata e – soprattutto – recentemente aggiornata, la seconda sembra fermamente decisa ad abbandonare il mercato delle fotocamere a ottica intercambiabile con pentaprisma avendo ormai imboccato la strada delle CSC, proponendo mirrorless all'avanguardia tra cui figurano anche modelli full frame che poco o nulla hanno da invidiare alle reflex tradizionali.

analisi mercato reflex DSLRMa la reflex tradizionale è davvero una specie in via di estinzione? Difficile rispondere a questa domanda. Vero è che i fatti confermano che le nuove DSLR introdotte sul mercato negli ultimi anni dai vari produttori sono molto meno della metà rispetto alle mirrorless e i dati di mercato dicono che le vendite di reflex sono in calo mentre quelle di mirrorless aumentano. Le DSLR però non sono certo scomparse dal mercato e sebbene in declino, almeno dal punto di vista commerciale, tecnologicamente rimangono all'avanguardia nella fotografia digitale e a loro vogliamo dedicare questo primo capitolo di un'analisi in due parti riguardante le novità più recenti del settore.

analisi mercato travelzoomChiunque si interessi di fotografia sa bene che il mercato delle fotocamere a ottica fissa è in continua e inarrestabile contrazione ormai da diversi anni, sotto la spinta da un lato di Compact System Camera sempre più capaci e poco ingombranti, dall'altro di smartphone in grado di rimpiazzare più che validamente la maggior parte delle fotocamere compatte. Tra queste ultime però, pur con una forte rarefazione di modelli rispetto a qualche anno fa, continua ad avere la propria ragion d'essere la travelzoom, una tipologia di fotocamera che, come suggerisce chiaramente il nome, si propone di offrire la soluzione fotografica perfetta per chi viaggia.

analisi mercato Large Sensor CompactChi è appassionato di fotografia non può che guardare con ammirazione e desiderio alle moderne Large Sensor Compact, fotocamere a ottica fissa che racchiudono quanto di meglio la tecnologia attuale è in grado di offrire in materia di fotografia digitale. Se la pesante e ingombrante DSLR professionale e la più leggera e compatta CSC high-end incarnano al meglio il concetto di fotocamera a ottica intercambiabile all'avanguardia, la LSC rappresenta oggi il vertice tecnologico tra le fotocamere a ottica fissa, anche se in non pochi casi l'uso del termine 'compatta' appare quanto meno velleitario.

analisi mercato fotocamere bridge superzoomQuale fotografo non ha mai sognato una fotocamera capace di offrire quasi integralmente le funzionalità di una DSLR, con ingombri comparabili a una reflex midrange, però con un'unica ottica integrante tutti gli obiettivi che normalmente un fotografo deve portare con sé, il tutto senza compromessi eccessivamente penalizzanti sulle performance e a prezzi accettabili? Ebbene, una simile fotocamera esiste, si tratta della bridge superzoom, una tipologia di apparecchio fotografico che sta conoscendo un crescente successo grazie a prestazioni e caratteristiche sempre più sofisticate.

analisi mercato fotocamere all-weatherCon l'arrivo della primavera e l'approssimarsi dell'estate è giunto il momento di tornare ad analizzare quanto offre il mercato in un segmento della fotografia digitale altamente specializzato ma sempre più ricercato, dato il numero sempre più elevato di fotografi che amano scattare in condizioni proibitive per qualunque altra fotocamera: sott'acqua, ma anche in ambienti in cui polvere, umidità e rischi di urti e cadute sconsigliano l'impiego delle fotocamere tradizionali. Parliamo delle fotocamere all-weather, chiamate anche rugged o all-action appunto per la possibilità di essere utilizzate senza rischi in condizioni d'impiego proibitive.

analisi mercato mondiale fotocamere digitali per aree georgaficheIl numero scorso della nostra rubrica è stato dedicato all'analisi del mercato globale della fotografia digitale così come emerge dai dati relativi al 2014 diffusi a inizio febbraio dalla CIPA, l'associazione che riunisce i produttori fotografici giapponesi. Tali dati, che certificano una flessione in atto ormai da quattro anni, pongono chiaramente in risalto gli effetti marcatamente diversi che la crisi economica globale e le dinamiche commerciali e tecnologiche hanno sui diversi segmenti di mercato. In questa seconda parte della nostra analisi vedremo come tali effetti si manifestano nei singoli mercati geografici.

analisi mercato mondiale fotocamere digitali Anche quest'anno ci ritroviamo a parlare di un mercato della fotografia digitale in crisi dal punto di vista commerciale, come certificano i dati relativi al 2014 diffusi a inizio febbraio dalla CIPA, l'associazione che riunisce i produttori fotografici giapponesi. Alla crisi commerciale fa però da contraltare l'estrema vivacità progettuale e tecnologica attraverso la quale i produttori sono strenuamente impegnati a contrastare la flessione di un mercato giunto al quarto anno di flessione consecutivo, con la prospettiva di un 2015 ancora negativo, anche se con accenti molto diversi per i singoli segmenti.

Il mercato delle CSC. Quarta parte Il quarto e ultimo capitolo della nostra analisi riguardante il ricco e variegato mercato delle CSC (Compact System Camera) è dedicato agli ultimi due protagonisti del settore, ultimi unicamente per ragioni alfabetiche ma non certo per varietà e qualità dei prodotti offerti. Samsung e Sony, due produttori che si segnalano per la ricca gamma di modelli di fotocamere compatte a ottica intercambiabile, sono infatti tra i più attivi e dinamici sostenitori delle fotocamere mirrorless, un segmento di mercato che secondo recenti report di mercato dovrebbe superare le reflex tradizionali nel 2018/2019.

Il mercato delle CSC. Terza parteIl mercato di quelle che oggi vengono comunemente definite CSC (Compact System Camera) vede oggi impegnati praticamente tutti i produttori di fotocamere, in particolar modo coloro che non vogliono o non possono permettersi di contendere la leadership di Canon e Nikon nel settore delle reflex tradizionali. La terza e penultima parte della nostra analisi del vasto e articolato segmento delle fotocamere a ottica intercambiabile prive di pentaspecchio, pertanto indicate genericamente anche come ''mirrorless'', vede protagoniste le proposte di Panasonic e Pentax-Ricoh.

analisi compact system camera seconda parteLe fotocamere a ottica intercambiabile prive di pentaspecchio, chiamate genericamente ''mirrorless'' al loro apparire ma oggi denominate più appropriatamente CSC (Compact System Camera), rappresentano oggi un mercato in straordinaria ascesa, trasformatosi nel volgere di pochi anni da un segmento di nicchia a un settore in grado di rivaleggiare ad armi pari con quello delle reflex in termini di caratteristiche tecniche, appeal commerciale e varietà delle proposte. La notevole dinamicità di questo segmento è frutto del grande numero di produttori che propongono un'ampia gamma di CSC, non potendo o non volendo permettersi di cimentarsi nel mercato delle reflex, monopolizzato da Canon e Nikon. A riprova di tale proliferazione di fotocamere abbiamo dovuto suddividere in ben quattro capitoli la nostra analisi del mercato delle CSC, della quale proponiamo la seconda parte.

analisi Compact System Camera parte primaTornando a occuparci in maniera approfondita a distanza di alcuni anni di fotocamere a ottica intercambiabile prive di pentaspecchio, scopriamo che il mercato di questo tipo di fotocamere è cambiato tanto radicalmente che neppure il nome è più lo stesso di allora, essendo stata accantonata dagli esperti la corretta ma generica denominazione “mirrorless” in favore della più accurata definizione di CSC (Compact System Camera). Nel tempo intercorso dalla nostra prima disamina il segmento delle CSC si è evoluto sviluppandosi in maniera tale che quello che allora era un settore in ascesa ma pur sempre di nicchia è oggi un concorrente alla pari del più blasonato mercato delle reflex tradizionali.

analisi-fotocamre-large-sensor-compaxtA quasi due anni di distanza da quando ci siamo occupati dell'argomento torniamo a parlare delle LSC (Large Sensor Compact), le fotocamere compatte top di gamma. Rispetto alle compatte high-end, protagoniste degli ultimi due numeri della nostra rubrica (Il mercato delle compatte high-end. Prima e Seconda parte), le LSC beneficiano di sensori di maggiori dimensioni, generalmente APS-C ma anche full-frame, caratteristica questa che ne rende ineguagliata la qualità fotografica rispetto a qualunque altra fotocamera a ottica fissa.

 

Cerca su Osservatorio Digitale