Ecco i dati di mercato relativi al periodo gennaio – novembre 2007 sulla produzione giapponesi rilasciati dalla Camera & Imaging Products Association (CIPA).

I tre grafici che seguono ci danno un immediato riscontro di ciò che è accaduto nel settore delle macchine fotografiche digitali nel corso dei primi undici mesi dello scorso anno. Le statistiche, basate sui dati di produzione da parte delle aziende associate al CIPA (praticamente tutte quelle conosciute), tengono conto di alcuni fattori come il numero di pixel, la tipologia della fotocamera e la variazione di numero di pezzi prodotti rispetto all'anno precedente.

produzione

 

Produzione. Questa statistica tiene conto di tre fasce di prodotto differenziate dal numero di pixel del loro sensore: fino a sei milioni di pixel, da sei a otto milioni e, infine la categoria delle macchine capaci di oltre 8 megapixel. Interessante notare come la prima sia ormai quella con minor impatto sul mercato. Diamo un riscontro numerico alle percentuali riportate sul grafico che sono, in qualche modo, impressionanti. La prima categoria (5%) conta un numero di pezzi prodotti pari a 4.733.352; quella tra i 6 e gli otto MP 57.659.030; la terza categoria (34%) di vanta ben 31.663.059 pezzi prodotti che, sommati a quelli delle categorie precedenti porta il numero totale di fotocamere prodotte a 94.055.441 fotocamere.

 

 

Tipologia. Questo grafico tiene conto del tipo di fotocamera prodotta: Compatte (DSC) o Reflex a obiettivi intercambiabili (SLR).

Tipologia

La percentuale delle compatte (93%) con i suoi 87.165.789 esemplari prodotti surclassa decisamente la tipologia delle più professionali reflex che fermano la produzione a "soli" 6.889.652 esemplari. Volendo analizzare i dati un po' più a fondo le DSC destinate all'esportazione sono state 77.526.937, con un incremento del 28% di cui 27.654.311 destinate all'Europa (+ 17,4%). Le SLR destinate al mercato estero hanno raggiunto i 5.882.935 esemplari (+43.8%) di cui 2.541.068 pezzi per il mercato europeo, con un incremento del 43% netto.

 

Incremento. Questa statistica prende in esame la variazione percentuale della produzione delle due tipologie rispetto ai risultati ottenuti nello stesso periodo dodici mesi prima. Anche in questo caso si noterà la differenza sostanziale tra il numero di compatte prodotte (+29.4%) e le reflex (+46.4%).Incremento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: Dati CIPA Japan

Elaborazione Grafici Area Grafica osservatorio digitale

Alzi la mano chi non sia mai stato richiesto da amici, colleghi o parenti di suggerire la macchina fotografica digitale “giusta” o di fornire un giudizio su un certo modello. Nella maggior parte dei casi si tratta ovviamente di consigliare apparecchi digitali compatti a obiettivo fisso, il che può rivelarsi fonte di qualche imbarazzo perché, molto probabilmente, il settore sul quale preferite rimanere aggiornati è quello delle reflex digitali. Allo stesso tempo, però, non potete sottrarvi alle richieste degli amici... Ecco un breve vademecum che potrà tornarvi utile, specie nel periodo natalizio!

Cerca su Osservatorio Digitale