Sirmione ©Lino Olmo

L'estate è di nuovo esplosa all'improvviso dopo giornate cupe e piovose che facevano dubitare che il calendario fosse sulla pagina corretta: il sole scalda, scotta, rallenta i movimenti e i pensieri. Com'è difficile scrivere qualcosa di interessante e poi, diciamolo francamente, dove la si trova la voglia con questo afa? Grandi novità tecniche, visto il periodo, non ce ne sono, tutte pronte per essere svelate al prossimo Photokina; quindi, dove si può trovare lo stimolo adatto per ritrovare la forza e la voglia di parlare di Fotografia, sì, proprio quella con la effe maiuscola? Ma su Osservatorio Digitale! Infatti solo qui c'è sempre l'occasione per scoprire qualcosa di nuovo, di diverso dal solito, l'opportunità di scoprire mondi paralleli all'universo fotografico conosciuto. Quando tutto sembra essere perduto e la noia rischia di prendere il sopravvento ecco che le rubriche di od, con i loro temi, le storie e i personaggi riportano in alto il ritmo cardiaco dell'appassionato lettore. Questo numero è davvero magico, a nostro avviso. Ogni rubrica è permeata di quell'olio profumato tipico dei luoghi incantati: avrete il tempo per godervelo e, ce lo auguriamo, ci darete ragione. Sognerete con Giuseppe Carrieri e le sue visioni, in un viaggio nel mondo delle immagini non modificate. Monica Cillario ci apre le porte della casa di Giampiero Mughini per una chiacchierata sul mondo della fotografia, del bello e dei libri. Steed Kulka è andato alla scoperta di quanto accade dietro le quinte di uno dei marchi che da circa quarant'anni domina il mondo dell'elettronica di consumo, scoprendo prodotti capaci di far brillare gli occhi anche ai professionisti più smaliziati. Che ci crediate o no si parla di Casio, la stessa azienda che ha portato nelle nostre case le prime mini tastiere musicali o le onnipresenti calcolatrici. Stefano Tieghi ha voluto esagerare: si è armato di elmetto con tanto di luce frontale e si è messo a scavare nell'universo-mondo dei numeri, riportando un servizio sui mercati così ampio che, per la prima volta nella storia di od, abbiamo dovuto dividerlo in due puntate. Il vostro direttore è partito alla volta di una torrida Milano per incontrare un personaggio incredibile (ma vero!) della Fotografia: il deus ex machina dell'associazione nazionale fotografi Roberto Tomesani. Al di là della simpatia della persona è impressionante la quantità di attività che Tomesani svolge e promuove a favore di un settore che molti danno per spacciato: in redazione, dopo l'incontro, si è creata una nuova energia creativa, scaturita dalle tante possibilità di sviluppo del nostro mercato che le iniziative di Tau Visual hanno fatto scattare.

Quindi fiato alle vuvuzela e buona lettura (e buone vacanze) a tutti!

Cerca su Osservatorio Digitale