Che cosa c'è di meglio di una serata chiara e un buon libro? Il mese di giugno, con le sue giornate che non finiscono mai ci da la possibilità di godere di qualche ora di luce in più e di trascorrere un po' più di tempo parlando (o leggendo) della nostra grande passione, la fotografia. E allora eccoci pronti a un'immersione tra nomi di grande spicco, maestri di incontrastata grandezza: i titoli in libreria questo mese sono "Dalla mia terra alla Terra" di Sebastião Salgado, "Il libro dei libri" di Gianni Berengo Gardin e "La fotografia cambia tutto" di Marvin Heiferman, tutti editi da Contrasto.

Tra le proposte di questo mese c'è una sorpresa, un libro che parla di colore e di storia (che cos'è la fotografia se non il colore di un momento fissato dalla luce?) o, forse, sarebbe più corretto dire che narra di una storia che parla di colore molto prima che lo facesse qualcun altro in modo magari tecnologicamente più preciso ma anche con meno trasporto personale. Il libro in questione è una vera e propria guida ai colori e alle loro possibili interazioni, quello che nei tempi moderni fece Pantone con il suo catalogo con la differenza che, il gentiluomo che si occupò di realizzare il libro lo fece annotando ogni particolare delle miscele e realizzando i campioni dei vari colori riportati, interamente a mano!

Primavera, belle giornate di sole e di molta luce: quale momento migliore per rilassarsi con una buona lettura? Ecco i libri che osservatoriodigitale vi propone questo mese. Parliamo delle opere di Bulthaus in un libro con oltre 2.000 fotografie raccolte in un libro magari un po' impegnativo ma, decisamente, degno di nota. Raccontiamo dell'avventura di un mondo piccolo e piccolissimo: la macro-fotografia naturalistica come ce la racconta Daniele della Mattia. Infine un'opera digitale ricca di contenuti: Homage di Alexia Sinclair, un altro modo di vedere e proporre le immagini artistiche arricchita dei backstage e di tutte le fasi di lavorazione delle opere.

Rubrica OD LibriTorna alla ribalta la rubrica dei libri con alcune interessanti segnalazioni apparse da poco sul mercato editoriale che si occupano di fotografia in ogni senso e in ogni forma di pubblicazione, da quella cartacea a quella elettronica. In questo numero parliamo di Untold, la nuova edizione del libro di Steve McCurry, in cui l'autore racconta aneddoti e retroscena dei suoi più famosi reportage che l'hanno reso famoso in tutto il mondo. L'edizione è stata arricchita con nuove foto e immagini tratte da recenti viaggi dell'autore nei luoghi già visitiati in passato. Parliamo poi di un libro elettronico sulla vita di New York e una guida di Michael Freeman sulla composizione fotografica.

Sulla fotografia sono state scritte miriadi di cose e pubblicati innumerevoli libri. Molti di questi volumi sono emerita spazzatura, diciamolo, ma alcuni altri hanno invece una qualche utilità sia per chi la fotografia la fa, sia per chi la fruisce. Non è mia abitudine parlar male dei lavori altrui: come dico spesso, se non posso dirne bene piuttosto non ne parlo, quindi non vi farò un elenco dei libri del settore che ritengo siano carta straccia, mi limiterò invece a parlarvi di un libro che ho ritenuto valido e che consiglio a chi volesse approfondire il mondo della fotografia contemporanea.

Andando in giro fra le bancarelle si trovano spesso realtà dimenticate ma di notevole fascino, come sanno tutti gli appassionati di oggetti d’antiquariato, di modernariato o di vintage.  Personalmente ho diversi interessi per ciò che è legato al mondo dei mercatini delle pulci, ma ciò che mi appassiona in senso assoluto sono i libri, meglio ancora se hanno come soggetto il mondo della fotografia. Recentemente, in una assolata domenica tipica delle ottobrate romane, al mercatino di Piazza Augusto Imperatore mi sono imbattuta in un volume che in un primo momento ha attirato la mia attenzione per il titolo: “Filippo Rocci e la fotografia pittorica”, poi mi ha attratta per il sottotitolo “Ritratto di gentiluomo con camera”, e infine qualcosa che lì per lì non ho saputo spiegarmi mi ha convinta ad acquistarlo; questo “qualcosa” mi rigirava fra cuore e cervello ma mentre camminavo con il libro in borsa non sapevo spiegarmi con precisione cosa fosse.

Grandi autori italiani come Giacomelli e Basilico, grandi fotografi internazionali come quelli premiati dal World Press Photo: oltre alle immancabili curiosità del mese, lo scaffale di aprile invita a sfogliare alcuni volumi di sicuro interesse accomunati da una particolare sensibilità per il bianco e nero.

La nostra biblioteca di marzo propone, a fianco di nomi conosciuti e autori di riferimento, anche qualche volume eminentemente più "pratico" e segnala un'interessante collana che rappresenta un vero e proprio viaggio nella memoria fotografica collettiva degli ultimi decenni.

Libri di febbraioPer quanto appassionati di digitale e di new media, di Web ed e-book, nel cuore dei redattori di od c'è sempre un posto speciale riservato al caro, buon, vecchio, tradizionale libro. Apriamo la carrellata del mese di febbraio con un tema particolarmente adatto alle gelide e nevose giornate che hanno accompagnato la preparazione di questo numero.

Dalla nostra biblioteca specializzata, ecco una selezione dei titoli più interessanti tra gli ultimi apparsi sul panorama editoriale italiano. Un'occasione per conoscere il lavoro di grandi fotografi e, perché no, trarre qualche spunto di ispirazione per iniziare il nuovo anno all'insegna della creatività.

Trinità - Storia, guerra, politica raccoglie il lavoro fotografico di un grande fotoreporter, Carl De Keyzer, membro di Magnum Photos e autore di importanti reportage.

Trinity

Come un moderno affresco, Trinità pubblicato da Contrasto, abbraccia tre diversi lavori o “tableaux” che si completano l’un l’altro, dando vita a un trittico fotografico e giornalistico. La prima parte “tableaux d’Histoire” è dedicata alla Storia, con immagini realizzate tra il 1990 e il 2000 che mostrano il potere così com’è, come si presenta, con il suo impulso a scrivere la storia, a lasciare un’impronta nel suo tempo; la seconda parte “tableaux de Guerre” è dedicata alla Guerra, fotografie create tra il 2003 e il 2006 che seguono le tracce di distruzione che i potenti lasciano fin troppo spesso; e infine, la terza parte del libro “tableaux de Politiques” con le immagini più recenti, è dedicata alla Politica la parte più viscerale del potere. Con le 3 “tableaux” De Keyser ci racconta in maniera originale, i tre “regni” che sovrintendono i destini e i ritmi del vivere quotidiano. Nessuno si senta escluso; dai centri del potere orientali o occidentali, fino alle più sperdute regioni dell’Africa, siamo tutti soggetti a questi tre “domini” e di tutti dobbiamo avere consapevolezza. Il lavoro di De Keyzer, con mirabile sintesi visiva, ci offre la possibilità di fermarci, contemplare e ripensare il nostro rapporto con la storia alla quale apparteniamo, la guerra che sappiamo esistere e la politica che ci opprime.
Trinità si legge come un poema epico. È la storia di un viaggiatore straniero che guarda ciò che è evidente per penetrarlo, per portarne alla luce il lato insondabile. Trinità mostra quello che sta davanti agli occhi di tutti: potere, distruzione, spettacolo, scenografia, decorazioni...”.
Peter De Graeve

Carl De Keyzer
Nato nel 1958 in Belgio, comincia la sua carriera come freelance nel 1982. Per mantenersi insegna alla Royal Academy of Fine Arts, a Gand (1982-1989). Nello stesso periodo il suo interesse per il lavoro di altri fotografi lo porta ad essere tra i cofondatori, oltre che condirettore, della galleria XYZ-Photography. Nel 1990 entra a Magnum per diventarne membro nel 1994.

Trinità – Storia, guerra, politica
Carl De Keyzer

Formato: 30 x 24 cm
151 pagine - 100 fotografie a colori
Rilegato
Prezzo euro 49,00
Contrasto editore


FotoNote, la collana lanciata da Contrasto nel 2005, si arricchisce di nuovi titoli.

Dopo Cartier-Bresson, René Burri, Sebastião Salgado, Helmut Newton, Robert Capa, Gianni Berengo Gardin, Man Ray, Anders Petersen, Sara Moon, Robert Doisneau, Don McCullin, Josef Koudelka, Elliott Erwitt, André Kertész, Edward Steichen, ecco altri due grandi nomi.

Guy Bourdin

Guy Bourdin

Seduttore, seducente. Irriducibile: così era Guy Bourdin, genio e sregolatezza della fotografia di moda. Negli anni d’oro di Vogue Francia, insieme all’amico-nemico Helmut Newton, Bourdin inventava soluzioni grafiche ardite, giocava col colore, con la seduzione, col corpo flessuoso e statuario delle modelle, come nessuno mai.

Immagini che si muovono sul filo della provocazione, dell’assurdo, dello choc e del divertimento: questa è la cifra fondamentale della fotografia di Bourdin e questo libro, prima pubblicazione italiana che ne celebra il genio, raccoglie il meglio delle sue creazioni.

Guy Bourdin nasce a Parigi nel 1928. Le sue prime immagini di moda appaiono nel 1955 per l’edizione francese di Vogue, periodico cui resterà legato per oltre trent’anni. A partire dal 1965, Bourdin comincia una collaborazione con il calzaturificio Charles Jourdan per il quale realizza le campagne pubblicitarie che lo rendono celebre e segnano una svolta nella storia della foto pubblicitaria. Muore a Parigi nel 1991.

Guy Bourdin
Formato: 13 x 19 cm
144 pagine – 60 fotografie
Stampa in bicromia
Prezzo euro 12,50
Contrasto editore

 


Ferdinando Scianna

Ferdinando Scianna

Nato in Sicilia, nel 1943, studia Lettere all’Università prima di dedicarsi alla fotografia. L’incontro con Leonardo Sciascia, del 1963, inaugura un periodo intenso e fecondo di creazione ed elaborazione fotografica intorno ai temi della sua terra e, in genere, del passato e della memoria. Da allora, il percorso di Scianna, fotografo giornalista, scrittore, acuto interprete della realtà, è intenso e avvincente. Primo italiano a entrare a far parte di Magnum Photos, il suo sguardo racconta e interpreta le ansie, i timori e i sogni del nostro tempo.

Una fotografia non può costringere. Non può svolgere il lavoro morale al posto nostro. Ma ci può mettere sulla buona strada. (Susan Sontag)

 

Ferdinando Scianna
Formato: 13 x 19 cm
144 pagine – 60 fotografie
Stampa in bicromia
Prezzo euro 12,50
Contrasto editore


www.contrastobooks.com

 

Cerca su Osservatorio Digitale