Laura Cascone

Da sempre appassionata di fotografia, di ritratto e illuminazione, ha lavorato nel marketing di alcune aziende del settore foto e adesso si occupa di social media e comunicazione da free lance. Curiosa instancabile, continua a sperimentare tecniche nuove e antiche e a indagare attraverso la fotografia  e il ritratto dentro di sé cercando allo stesso tempo di conoscere gli altri e i loro sentimenti.

Massimo Stefanutti (Venezia, 1957) fotografa dai primi anni ’70 con una vecchia Rolleicord e nel 1977 diventa socio del Circolo Fotografico La Gondola, del quale è l’attuale Presidente.
Nel 2001 scopre la fotografia stenopeica e ne diventa, in pochi anni, uno dei maggiori esponenti in campo nazionale e internazionale. È stato membro dell’Osservatorio Nazionale per la Fotografia Stenopeica presso il Museo dell’Arte e dell’Informazione (MUSINF) di Senigallia dal 2008 al 2012 e curatore d’importanti rassegne di fotografia stenopeica italiana.
Già membro del Comitato Scientifico dei “Rèflexion Masterclass” tenuti dalla fotografia Giorgia Fiorio, ora è consigliere di amministrazione della “Fondazione Nino Migliori”, Vice Presidente della “Fondazione Romano Cagnoni”, Visiting Professor alla Fondazione Fotografia in Modena, consulente dell’Università di Cà Foscari a Venezia, del CRAF di Spilimbergo, oltre ad altri numerosi altri Enti pubblici e privati.
È docente formatore per il diritto d’autore (in particolare per il diritto della fotografia) per la Sharecom e la Wolter Kluwer – nell’ambito del programma Altalex – oltre che in corsi specifici per fotografi ed legali. Laureato in giurisprudenza all’Università di Ferrara, dopo gli studi classici, esercita la professione di Avvocato in Venezia. Iscritto all’Albo degli Avvocati di Venezia dal 1985 è patrocinatore in Corte di Cassazione. Si occupa da molti anni di diritto della fotografia e della proprietà intellettuale, patrocinando in numerose controversie del settore e prestando opera di consulenza e assistenza per gli amici_clienti fotografi.

www.massimostefanutti.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monica vive e lavora tra Nizza e Roma. Giornalista e fotografa, oltre a realizzare ritratti e reportage collabora con diverse agenzie fotografiche italiane e internazionali e scrive per diverse testate, tra cui il magazine online Osservatorio Digitale.

Il suo sito personale è www.monicacillariophotographer.com

Maristella è laureata in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo e vive a Viggiù, il paese dei famosi pompieri. Anche lei, in qualche modo, ama spegnere i fuochi: quelli che si accendono e divampano sull'ignoranza e sui luoghi comuni, non sempre e necessariamente legati al mondo dell'arte e della fotografia. È alla costante ricerca del bello e della verità sotto forma di vera luce.

Erik Colombo

Inizia la carriera fotografica una volta terminati gli studi e un master in Beni Culturali. La sua formazione artistica parte dallo studio del passato e dei pittori che fin da piccolo hanno ispirato la sua immaginazione insegnandogli a leggere un'immagine, a capire il peso compositivo di ogni singolo elemento, e quindi a comporre in fotografia.
Lavora in studi di nudo, moda, glamour e still-life prima di tornare nell’unico campo in cui si sente come a casa: la paesaggistica. Lavora come ambassador per Canon, BenQ, X-rite e Haida filters, oltre che per Tonality Masks e Saal Digital.
Ha tanta voglia di insegnare e condividere perché ritiene la fotografia un’arte e una passione prima che un lavoro e, dice, “non potrei essere più felice di così”.

Giorgio Di Maio ha una formazione scientifico-artistica essendosi laureato in Architettura presso l'Università Federico II di Napoli.
Divide la sua attività fotografica in due periodi: un primo, che definisce giovanile, e che lo ha portato alla realizzazione delle mostre Colonie di artisti,
Frammenti, Ombre, alla fine... l'amore, Basilicata, non è Napoli; ed un secondo periodo, intrapreso in tempi più recenti assieme al progressivo
abbandono dell'attività di architetto. Non vi è soluzione di continuità tra i due periodi se non una maggiore autoconsapevolezza.
Impegnato nella compilazione di numerosi progetti, tra i quali uno dedicato a Milano, ha come centro della sua ricerca una idea della
fotografia che si ponga come proprio fine la crescita spirituale e sociale dell'uomo, ottenuta attraverso la documentazione del reale.
In particolare dell' armonia nascosta presente nel reale ed individuata tramite il linguaggio insegnato dalle avanguardie figurative dei primi del '900.

Camilla Ferrari è una fotografa milanese e grande viaggiatrice, specializzata in street photography e fotografia di viaggio.
Laureata in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, ha partecipato a diversi workshop, tra cui quelli organizzati dalla famosa agenzia di fotogiornalismo Magnum Photos e tenuti da Gueorgui Pinkhassov ed Harry Gruyaert. Ha lavorato inoltre come assistente per David Alan Harvey, fotografo del National Geographic e membro della Magnum Photos.

Nel 2014 l’azienda francese DxO la sceglie come Brand Ambassador della loro nuova macchina fotografica DxO ONE, apparecchio innovativo particolarmente adatto per la street photography.
Nel 2017 è stata selezionata dalla rivista Photo Boite come una delle 30 Under 30 Women Photographers for 2017.

Giornalista, milanese, laureata in lettere con 110 e lode e corsi di aggiornamento, segno del cancro, da molti anni scrive di fotografia e di teatro con recensioni, presentazioni di spettacoli e festival, interviste. Per OD ha curato con testi e foto i tanti reportage dall'Expo, oltre ad altri su mostre, festival e temi come alberi e luoghi, elementi naturali, fotografia in Albania.

Stefano Tieghi

Milanese, profondo conoscitore di storia e tecnologia militare e appassionato di fotografia, da molti anni scrive su questo argomento per Osservatorio Digitale analizzando le problematiche tecnico-commerciali e gli aspetti tecnologici che influenzano le dinamiche di mercato nel settore della fotografia digitale.

Eugenio è un giovane fotografo veneziano di origine ma già cittadino del mondo. Si divide tra Padova, dove frequenta la scuola di fotografia, e i luoghi del cuore, in Italia, Europa e resto del mondo, che lo portano a ricercare le immagini che già ha immaginato da sé. Esteta e paladino dell'ottica a focale fissa e del controllo manuale, ha un'innata capacità di entrare in empatia con il luogo e la gente che lo circonda.

Cerca su Osservatorio Digitale