©Steve McCurry India by Rail 1983 Phaidon Press

Marzo solitamente ci ricorda che presto sarà di nuovo possibile trascorrere intere giornate all'aria aperta, intenti a fotografare ogni cosa dopo l'astinenza del lungo inverno. Oppure ci si può concentrare sui viaggi per conoscere luoghi nuovi e aggiungere immagini diverse al nostro bagaglio. L'occasione della nuova stagione è propizia per seguire corsi o mettere a frutto gli insegnamenti appresi durante i mesi invernali: insomma ce n'è per tutti. Anche noi non siamo rimasti con le mani in mano e, stimolati dagli incontri con professionisti particolarmente ispirati e dalle richieste di tanti lettori, abbiamo deciso di esplorare la strada della fotografia stereografica, più conosciuta come 3D, e di aprire una nuova strada chiamata OD3D. La potete trovare già da qualche giorno su Facebook dove ha una pagina tutta sua (facebook.com/odfoto3d) dove pubblichiamo esperimenti, suggerimenti, interventi di professionisti e di voi lettori, tutti a cimentarsi con questa "nuova" e simpatica pratica fotografica. Qualcuno ci ha chiesto il perché? Non ci sono particolari ragioni o motivi che nascondano fini reconditi: semplicemente gli anaglifi sono simpatiche fotografie che propongono un modo diverso di guardare le cose. Semplice: basta indossare un paio di occhialini rossi e blu ormai reperibili ovunque et voilá, il gioco è fatto.
Marcello, da Longobucco paesino della Sila in Calabria, ci ha scritto orgogliosamente che lui se li è proprio costruiti visto che dalle sue parti sono introvabili: in cartoleria ha comperato due piccoli fogli di acetato rosso e blu e li ha inseriti in una vecchia montatura ormai inutilizzata. Volere è potere (oppure la necessità aguzza l'ingegno avrebbe detto mia nonna), complimenti Marcello!

Il mese trascorso ci ha fatto vivere ancora l'esperienza di una fiera in Giappone dove sono state viste novità e prototipi di molte Case e, grazie al supporto di un amico negoziante del Trentino, siamo entrati in possesso della nuova Nikon Df così da farne una prova sul campo. L'oggetto ha suscitato molto interesse già da prima della sua presentazione, proprio grazie all'attenzione che la Casa giapponese ha voluto creargli intorno. È sicuramente una bella fotocamera ma, oltre all'aspetto, c'è di più? Vale la spesa? Lo scoprirete leggendo il test del nostro OD Lab.

Come sempre poi l'Osservatrice Romana, al secolo Monica Cillario, ci racconta del rapporto tra la fotografia e la propaganda, tema che risulta di grande attualità e, con l'ABC degli autori, racconta di una grande fotografa, Leni Riefenstahl, già autrice delle immagini delle Olimpiadi di Berlino del 1936.

Ritorna, a grande richiesta, la rubrica Libri nella quale parliamo della nuova edizione di Untold, il grande libro d'immagini di Steve McCurry a cui abbiamo dedicato la copertina di questo numero, presa dal suo reportage del 1983 realizzato attraversando l'India in treno. Taccuino, AppClicazioni e Mercati chiudono il numero di marzo.

Come sempre aspettiamo le vostre considerazioni e i vostri commenti al nostro indirizzo mail. Buona lettura e buona luce a tutti!

Cerca su Osservatorio Digitale