Martina ©2015 Max De Martino

Il mese che abbiamo appena lasciato ci ha offerto l'opportunità di disquisire a proposito di alcuni argomenti di carattere fotografico come The Photographer Show in Birmingham, giunto alla seconda edizione, e come le mostre di fotografia che costellano le città d'Italia. Le nostre strade sono anch'esse illuminate da immagini che provengono da tutto il mondo e che riportano orgogliosamente la scritta che sono state realizzate con uno smartphone. Anche questo è motivo di riflessione: siamo forse giunti al traguardo finale nella vita delle fotocamere "reali"? Ovviamente no, anzi, l'avanzare dei dispositivi ibridi non fa che stimolare la ricerca e lo sviluppo dei produttori tradizionali che si spingono sempre più avanti nella ricerca della qualità e portano sempre più in alto il confine del possibile. Qualcuno addirittura teme o dichiara che sia stata riaperta la guerra dei megapixel, quella che vorrebbe ogni casa produttrice impegnata nella realizzazione di fotocamere sempre più risolute: speriamo non sia così, anche se alcuni segni di mercato potrebbero indicare l'esatto contrario (Nikon D810, Canon 5Ds e 5DsR per fare degli esempi). La foto di copertina non è uno scatto a caso: è realizzata in pieno giorno da Max De Martino che ha utilizzato degli illuminatori di ultima generazione, i Profoto B2 di cui abbiamo parlato proprio nel numero di Marzo. L'immagine ci offre l'opportunità di introdurre la nuova rubrica, Storie di Luce, che parte questo mese e che per la prima volta introduce sulle pagine di od l'argomento dell'iluminazione artificiale nella fotografia, così come ci aiuta a ricordare la seconda puntata de La versione di Max, la rubrica curata proprio da Max per i nostri lettori.

Prende il via anche un'altra nuova rubrica, OD3D, che da spazio al mondo della stereografia (o stereoscopia) e delle immagini tridimensionali in genere, rilanciando sulle pagine del nostro mensile gli argomenti trattati anche sulla nostra pagina Facebook già seguita assiduamente e quotidianamente da molti di voi. L'attenzione è stata tale da spingerci ad approfondire l'argomento e a creare questo nuovo spazio a cadenza mensile. I vostri commenti e le vostre immagini sono, come sempre, ben accette e le aspettiamo come al solito al nostro indirizzo di posta.

Vista l'imminenza dell'inaugurazione, manca ormai meno di un mese all'avvio, Valeria Prina ci parla ancora di Expo nella rubrica Taccuino, parlandoci di come gli italiani si racconteranno attraverso le fotografie realizzate proprio durante il periodo dell'Esposizione Universale di Milano per raccontare le eccellenze e le meraviglie di questo nostro bistrattato Paese che, per i prossimi sei mesi, sarà il punto d'attenzione di tutto il mondo intero.Parallelamente Monica Cillario racconta di Kenro Izu nell'ABC degli autori e ci parla delle foto in provincia nella sua rubrica L'Osservatrice Romana, un argomento che sembra contrapporsi direttamente all'universalità del tema Expo.

Per finire ci sono ancora le rubriche dedicate ai Mercati, con l'indicazione di una crescita da parte delle fotocamere CSC a discapito delle sorelle maggiori DSLR: sarà questo il trend del futuro? Molto interessante anche la rubrica dedicata alle app che, questo mese, ci parla di VSCO Cam, definita da molti addirittura come l'applicazione fotografica definitiva: scopriamo insieme perché.

Buona lettura e arrivederci al prossimo mese!

Data di pubblicazione: aprile 2015
© riproduzione riservata